Uhhh! Hai in programma un evento e vuoi registrare tutto come fosse un documentario della BBC?’ Se capitato proprio nell’articolo giusto (Non che gli altri siano brutti eh, anzi vai a dare una sbirciatina qui).

Per i Video delle conferenze abbiamo 2 Possibili Format:

  1. Emotional Video [E.V.]: Un video di 2/3 Minuti che cerca, con riprese belle toste, di trasmettere emozioni all’utente
  2. Conference Video [C.V.]: Un video che, senza troppe pretese, riprende l’intera conferenza.

La scelta del format deve essere dettata dalla tipologia della conferenza; se la conferenza è un evento plateale un e.v. può essere la soluzione adatta ma, se è una spiegazione, conviene ripiegare su un c.v.

Quando si realizza un c.v. conviene tenere presenti i 3 Fattori principali:

  1. Relatore: Non è necessario riprendere per forza le slide, visto che le produciamo noi possiamo montarle in post-produzione, conviene piuttosto riprendere il relatore (e con una 2°Camera realizzare delle coperture)
  2. Copertura: Con copertura intendiamo tutti quei frangenti particolari ed “emotional” che possiamo mettere in montaggio intervallando il video della conferenza:
    1. Riprese totali della sala
    2. Persone dal bell’aspetto (banale ma vero)
    3. Primi Piani di sorrisi, mani che prendono appunti, volti…
    4. Vari punti di vista del relatore
  3. Gopro: La Gopro non ci servirà per avere una 3°Ripresa da utilizzare, ma per avere un riferimento durante il montaggio del video per poter montare tutto senza saltare alcun frangente.

P.S.: Se il microfonino (Che sia il Gelato di Maria o il microfono microscopico dei vlogger) si stacca durante il discorso del relatore o lo si obbliga a muoversi di meno o si compra un’altra tipologia di microfono fisso (anche più costoso).

Lascia una risposta