In un mondo sempre più digitalizzato i nostri dati sono preziosissimi. Attraverso di essi le aziende possono creare campagne di marketing sempre più personalizzate, è possibile individuare le nostre preferenze tra milioni di utenti, ma allo stesso tempo possono essere usati per scopi poco trasparenti.

Hacker, truffe, phishing e molto altro ancora: i pericoli online effettivamente possono essere molto diversi tra loro. I sistemi per proteggerci invece sono chiari e alla portata di tutti!

1. Tieni aggiornato il sistema operativo

Prestate attenzione alle patch e agli aggiornamenti recenti consigliati dal sistema operativo e installate quando richiesti gli aggiornamenti d isicurezza.  Controllate gli aggiornamenti anche su smartphone e tablet: non sono immuni a malware. Queste sono tutte buone pratiche che aiutano il nostro dispositivo a rimane protetto.

2. Impostazioni sulla privacy e autorizzazioni app

Un’altra buona pratica è quella di controllare sempre le impostazioni della privacy non solo dei dispositivi che possediamo ma anche delle app e dei servizi a cui ci iscriviamo. All’interno delle impostazioni del dispositivo potete controllare a che dati (a volte anche personali) e che autorizzazioni sono state assegnate alle varie app, disattivando ciò che non ritenete sicuro.

3. Installare antivirus e antispyware

Probabilmente questo è il primo passo da fare. Certo, nessun antivirus garantisce una protezione al 100% ma di certo installando un antivirus che contenga anche un antispyware e che scansioni mai le allegati alla ricerca di tentativi di phishing, vi garantirete un livello di protezione molto più alta del solito.

4. Installare un firewall

Ogni computer connesso a Internet dovrebbe sempre avere anche un firewall. I sistemi operativi come Microsoft, Apple e Linux hanno firewall integrati ritenuti efficaci dalla maggior parte dei professionisti, ma sono disponibili anche alternative da terze parti.

5. Proteggere router e WIFI

Disattivate la trasmissione SSID per nascondere la rete Wi-Fi. Questo ridurrà la visibilità della rete agli altri per impedire che si allaccino alla vostra rete, accedendo così ai vostri dati sensibili. L’unico modo per connettersi a una rete wireless con la trasmissione SSID disattivata è conoscere il nome e la password SSID e questo è un passaggio molto più complesso. Modificate anche la password preimpostata sul router, ovviamente assicurandovi che sia una ùcombinazione di numeri, lettere e simboli. Quando scegliete il livello di sicurezza del router, optate per la WPA2, se disponibile, o WPA: sono più sicuri dell’opzione WEP.

6. Usare un browser sicuro

I browser hanno varie impostazioni di sicurezza e privacy che è necessario controllare e modificare secondo le proprie necessità. Ad esempio si possono disattivare determinati cookie o navigare in incognito.

7. La scelta delle password

Le password sono spesso l’unica cosa a proteggere le nostre informazioni private da occhi indiscreti. A meno che non si sospetti che le informazioni siano state esposte, non è necessario modificare le password se si utilizzano password complesse. Una password complessa come dicevamo richiede una combinazione di numeri, simboli e lettere casuali. Dove è possibile attivate anche l’autenticazione a due fattori e utilizzate un password manager per rafforzare ancor di più il livello di sicurezza.

8. Navigazione sicura

Certo, internet ha portato innumerevoli benefici, ma questo non significa che possiamo navigare incautamente senza pensare alla nostra sicurezza. La prima cosa da tenere a mente è di visitare solo siti sicuri e che usano il protocollo “https: //” anziché “http: //”. Cercate di bloccare gli annunci pop-up attraverso un adblocker, scaricate file e documenti solo da siti affidabili e non affidate i vostri dati personali se non siete sicuri del sito che state visitando. Ci sono degli strumenti online messi a disposizione da compagnie di cybersecurity per verificare che un sito sia effettivamente sicuro e che non sia stato hackerato.

Allo stesso tempo diffidate dai WiFi pubblici, soprattutto per comunicazioni importanti e acquisti online. Sono queste infatti le reti più accessibili agli hacker. Se proprio non potete farne a meno utilizzate degli strumenti che crittografano la rete come possono essere le virtual private network. Esistono VPN anche per Mac, nonostante siano considerati più sicuri.

9. Comunicazioni sicure

Tutti noi usiamo app di chat, mail e social per comunicare con il mondo esterno. Anche se sono stati fatti dei passi avanti per la sicurezza delle app più conosciute come WhatsApp, Messenger e Gmail, esistono altri servizi ritenuti molto più efficaci nella tutela della privacy degli utenti: per i vostri messaggi potete utilizzare Signal o Dust, mentre per la mail la più sicura è ProtonMail.

10. Eseguire backup regolari

Non dimenticate di eseguire regolarmente dei backup dei vostri dati e documenti essenziali! Meglio utilizzare un po’ di spazio sull’hard disk che perdere tutto per colpa di un virus!

One Comment

Lascia una risposta