Vuoi crearti un nuovo hobby eh?  Perché non scrivi articoli per un blog? No, non ti piace scrivere… Perché non impari a suonare uno strumento? Troppo chiasso eh? Aspetta aspetta, ho qui qualcosa che fa per te… Foto-editing e Foto-ritocco!!

Cosa? I Programmi sono troppi costosi, se può interessarti ho scritto un’articolo su GIMP, un’ottimo tool molto simile a photoshop e completamente gratuito; troppe funzioni? Beh se ciò che cerchi è l’unione tra low-cost e semplicità, il buon “Paint.net” fa proprio al caso tuo.

Paint.net è una valida alternativa a tanti software di editing e foto-ritocco vista la semplicità con cui si propone; vedo che sei interessato, bando alle ciance dunque e cominciamo la nostra guida.

Requisiti e dispositivi supportati

Paint.net è un free-ware (Software gratuito) disponibile in ben 25 lingue e compatibile solo con il sistema operativo Windows, a partire dalla versione ’98 (Perciò almeno i 4/5 dei computer Windows in circolazione sono compatibili).

Purtroppo questa volta, i sistemi operativi Linux e Mac OS sono esclusi, ma non preoccupatevi: il programma di cui parlavo prima, GIMP, è compatibile con questi S.O…

Cos’è Paint.net

Paint.net è un programma di foto-ritocco. Chiaramente, come tutti i programmi di questa categoria supporta i livelli, annullamenti illimitati, effetti speciali ed ha a disposizione un’ampia varietà di strumenti utili e potenti. Originariamente nato come sostituto gratuito di MS Paint per Windows, è diventato uno strumento potente ma semplice per la modifica di foto e immagini.

Possiamo definire Paint.net come l’evoluzione del più conosciuto Paint, suo fratello maggiore (Tra questi programmi ci sono più intrecci che in Beautiful).

Le Caratteristiche principali di Paint.net sono:

  1. Programma scritto in C# e C++, quindi molto leggero per qualsiasi PC;
  2. È disponibile anche in versione portatile, quindi grazie ad una chiavetta USB sarà possibile utilizzarlo su qualsiasi PC (anche in trasferta);
  3. Performance sono di tutto rispetto;
  4. Il fiore all’occhiello di Paint.net: i Plugin, “applicazioni” in grado di aggiungere nuovi effetti o supportare nuovi formati di file;
  5. Dispensa di tutorial messa a disposizione degli utenti, così da permetterne un’utilizzo estremamente semplificato.

Come installare Paint.net

Come per altri programmi, avremo a disposizione un’installazione guidata, ma in questo caso verrà semplificata ulteriormente riducendosi ad un banale “avanti, avanti, accetta!”.

Scherzi a parte, installare Paint.net sarà estremamente semplice, ti basterà seguire i seguenti passaggi:

  1. Visita il link che ti sto fornendo (https://www.dotpdn.com/files/paint.net.4.2.1.install.zip);
  2. A download concluso, apri il file “.exe”;
  3. Il primo passaggio ti chiederà come eseguire l’installazione (se Rapida o Personalizzata), tu dovrai cliccare su “Personalizzata” e poi su “Avanti”;
  4. Qui dovrai attivare la spunta su “Accetto” e subito dopo su “Avanti”, successivamente dovrai cliccare altre 3 volte su “Avanti”.

Ad installazione conclusa, ti basterà cliccare sul tasto “Fine”.

Come Scaricare Paint.net portable

Domanda: Come?

Risposta: Super Semplice!

Come ti ho già accennato Paint.net è disponibile anche in versione portable e per utilizzarla ti basterà:

  1. Usare il link che ti sto fornendo (https://www.dotpdn.com/files/paint.net.4.2.1.install.zip);
  2. A download concluso, apri il file “.exe”;
  3. Il primo passaggio ti chiederà come eseguire l’installazione (se Rapida o Personalizzata), tu dovrai cliccare su “Personalizzata” e poi su “Avanti”;
  4. Qui dovrai attivare la spunta su “Accetto” e subito dopo su “Avanti”;
  5. Arrivati alla finestra con su scritto “paint.net verrà installato nella seguente cartella”, dovrai cliccare sul tasto “Sfoglia…” e qui dovrai selezionare una cartella (Per facilitare il tutto conviene crearsi una cartella dedicata sul desktop) dove salvare il programma;
  6. A Questo punto basterà seguire i soliti “Avanti, avanti, accetta” di prima ed avremo Paint.net installato in una cartella che potremo tranquillamente spostare.

Basterà portare con se la cartella in cui abbiamo installato Paint.net (Magari con una chiavetta USB, in fondo all’articolo te ne consiglio alcune) per poterlo utilizzare ovunque.

Come funziona Paint.net

Al primo avvio Paint.net ci mostrerà un’interfaccia caratterizzata da una speciale pulizia grafica, concepita per favorire l’approccio con pannelli, il menu e i comandi da parte di ogni genere d’utente; anche chi non si è mai avvicinato in precedenza ad applicativi di questo tipo riuscirà ad utilizzarlo.

Uno dei primi aspetti che si osserva è la libertà con la quale è possibile spostare i quattro pannelli principali relativi a strumenti, colori, cronologia e livelli e proprio questi saranno gli elementi che vi descriverò (Per una spiegazione più avanzata del programma, basterà consultare i file rilasciati direttamente dagli sviluppatori):

  • Strumenti | La Barra all’estrema sinistra metterà a nostra disposizione una lunga serie di strumenti utilizzabili durante la modifica dell’immagine, partendo dai pennelli sino ad arrivare alle forme geometriche;
  • Area di Lavoro | L’area al centro dello schermo è l’area di lavoro, dove verranno inserite le nostre immagini e sulla quale andremo a lavorare;
  • Cronologia | Solitamente posta in alto a destra, la finestra dedicata alla cronologia ci permette di ripercorrere le modifiche che abbiamo fatto al file (Così da poter tornare sui nostri passi in caso di errore);
  • Colori | In basso a destra avremo a disposizione l’intera ruota dei colori, dalla quale gestiremo i colori di pennelli, forme, matite e di tutti i vari strumenti che Paint.net ci mette a disposizione;
  • Livelli | In basso a destra troveremo una finestra che ci permetterà di creare, eliminare ed unire i vari livelli su cui verrà composta la nostra immagine (Questo che permetterà di lavorare con più immagini separatamente);
  • Barra del Menù | Come in tutti i programmi, in alto troveremo la barra del menu che ci permetterà di accedere a opzioni, informazioni e strumenti aggiuntivi.

Direi che è tutto, che l’arte e la forza dell’editing siano con te!

La sicurezza non è mai troppa

Per questo voglio suggeristi di far sempre un backup dei tuoi file; normalmente ti suggerirei di comprare un hard-disk esterno, ma in quest’era dove “Il portatile” è diventato essenziale, vorrei suggerirti 3 chiavette USB di ottima fattura vendute ad un prezzo sorprendente:

  1. ArcSPARK ByteSpeed Chiavette USB 3.0 Metallo (BSM364T)
  2. Kingston Dtig4/32Gb Datatraveler Memoria Flash, USB 3.0, 32 Gb, Bianco/Rosso
  3. Sandisk SDCZ71-032G-B35 Chiavetta USB 32 GB

Lascia una risposta